Storie

“ESPERIENZE DI FEDE NELLA MALATTIA” di Bernhard Häring

Ho letto e trascritto per chi vuole queste pagine autobiografiche
“ESPERIENZE DI FEDE NELLA MALATTIA” di Bernhard Häring

Presentazione
È con profonda riconoscenza a padre Bernhard Häring che pubblico queste sue preziose Esperienze di fede nella malattia. Sono pagine nate da conferenze e colloqui con migliaia di ammalati che il teologo tedesco ha incontrato nella sua lunga vita di Redentorista e, in modo particolare, dal 1977 quando, anch’egli malato tra i malati, ha iniziato la sua lotta contro un recidivo cancro alla laringe.
Da allora, più di prima, ogni nuovo incontro con padre Häring, 81 anni e 54 di sacerdozio, suscita la gioiosa impressione di una giovinezza di spirito e di energie che non nasconde i segni della malattia ma rivela con dimensioni nuove la statura di intelligenza, di volontà e di fede dell’uomo.
Camminando con lui nei boschi della Baviera, dove da alcuni anni è tornato a vivere nell’antico convento di Gars am Inn che lo accolse ventenne agli inizi della vita religiosa, mi è parso che padre Häring respiri una prodigiosa vitalità da quella splendida natura in cui intensa-
mente vive, lavora e. contempla, e da cui parte per ancora parlare, predicare o portare conforto a chi ha bisogno.
Indiscusso maestro del rinnovamento teologico nella stagione del Concilio, Padre Häring ha scritto opere fondamentali di teologia morale, ha insegnato per oltre trent’anni all’Accademia Alfonsiana di Roma e in altre università, ha tenuto e tiene conferenze in tutto il mondo, dialoga da sempre con uomini di ogni fede, è un apostolo dell’ecumenismo, della non violenza e della pace. Per lui la teologia è vita, lontana da ogni accademismo, e ha come sorgente la fede vissuta nella comunità e la carità concreta per i fratelli più poveri e insicuri. Durante il Concilio Vaticano II, a cui ha partecipato come esperto dei vescovi tedeschi, era uno dei teologi più ricercati perché capace di in tessere dialogo e amicizia anche con noi giornalisti.
[leggi tutto…]

Storie

Madre Teresa di Calcutta: vita, storia e breve biografia, chi era

Madre Teresa di Calcutta: vita, storia e breve biografia, chi era
Santa Madre Teresa di Calcutta: vita in breve, storia e biografia per sapere chi era la fondatrice dell’ordine delle Missionarie della Carità.

Madre Teresa di Calcutta
Foto di Madre Teresa di Calcutta

Il vero nome di Madre Teresa è Anjeze Gonxhe Bojaxhiu, nata il 26 agosto 1910 a Skopje, ex Jugoslavia. La religiosa di origine albanese è stata la fondatrice della congregazione delle Missionarie della carità.
La biografia di Madre Teresa di Calcutta è segnata da numerose onorificenze e riconoscimenti, che le furono consegnati per le numerose opere di carità che ha svolto nei luoghi più poveri del mondo.
L’obbiettivo della Santa era quello di aiutare i più poveri dei poveri. [leggi tutto…]

Storie

LA VITA DI ALLBERT EINSTEIN

Albert Einstein in una fotografia del 1947
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la fisica 1921
Albert Einstein (pronuncia italiana [ˈalbert ˈainstain][1]; tedesca [ˈalbɛɐ̯t ˈaɪnʃtaɪn]; inglese [ˈæɫbəɹt ˈaɪnˌstaɪn]; Ulma, 14 marzo 1879 – Princeton, 18 aprile 1955) è stato un fisico tedesco naturalizzato svizzero e statunitense.
Albert Einstein signature.svg
Generalmente considerato il più importante fisico del XX secolo, conosciuto al grande pubblico anche per la formula dell’equivalenza massa-energia, E = mc2, riconosciuta come l'”equazione più famosa al mondo”[2], e per tutti i suoi lavori che ebbero una forte influenza anche sulla filosofia della scienza[3][4], nel 1921 ricevette il premio Nobel per la fisica «per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico»,[5] un passo avanti cruciale per lo sviluppo della teoria dei quanti, sviluppando a partire dal 1905 la teoria della relatività, uno dei due pilastri della fisica moderna insieme alla meccanica quantistica[6][7].
Eccetto che per un anno a Praga, Einstein visse in Svizzera tra il 1895 e il 1914, periodo durante il quale rinunciò alla cittadinanza tedesca (nel 1896). Poi, nel 1900, ricevette il diploma al Politecnico federale di Zurigo (Eidgenössische Technische Hochschule, ETH). Dopo essere stato apolide per più di cinque anni, assunse la cittadinanza svizzera nel 1901, che tenne per il resto della sua vita. Nel 1905, conseguì un PhD all’Università di Zurigo. Quello stesso anno, ricordato come annus mirabilis, all’età di 26 anni, pubblicò quattro articoli dal contenuto fortemente innovativo, che attirarono l’attenzione del mondo accademico. Dal 1912 al 1914, Einstein insegnò fisica teorica a Zurigo, prima di partire per Berlino, dove fu eletto all’Accademia Reale Prussiana delle Scienze. [leggi tutto…]